Test su intolleranze alimentari e allergie: come orientarsi

test su intolleranze alimentari

Si parla spesso di intolleranze alimentari e allergie sia nell’adulto che nel bambino. I genitori sono molto attenti alle reazioni che i propri piccoli possono manifestare verso i cibi proposti, e vanno in crisi di fronte a sintomi di cui non si riesce a fornire spiegazione.

In questo articolo cerchiamo di fare chiarezza sui test su intolleranze alimentari e le allergie, consigliabili per i bambini.

Intolleranze alimentari e allergie: cosa sono e in cosa differiscono

Iniziamo  distinguendo le intolleranze alimentari dalle allergie. Nel linguaggio comune i due termini vengono spesso usati come sinonimi, in realtà indicano due patologie differenti.

La Società Statunitense di Allergologia e l’Accademia Europea di Allergologia e Immunologia Clinica distinguono nel seguente modo:

  • Allergie alimentari: consistono in una reazione immunologica, che coinvolge le immunoglobile E (IgE), causata da una situazione di stress a cui viene sottoposto l’organismo. Prescindono dalla quantità di cibo, ne basta pochissimo per scatenare la reazione allergica che è forte e immediata, mettendo subito a rischio la salute.
  • Intolleranze alimentari: a differenza delle allergie, non coinvolgono il sistema immunitario ma consistono in una reazione matabolica, che interessa le immunoglobine A e G (IgA e IgG). L’intolleranza è legata spesso alla quantità di cibo ingerito e non è immediata, potendo l’organismo infiammarsi dopo circa 48-72 ore. I rischi per la salute non sempre sono immediati.

Un discorso a parte merita la celiachia, considerata impropriamente intolleranza al glutine, ma che in realtà è una malattia autoimmune.

Test su intolleranze alimentari e allergie: quali preferire per i bambini

Fatta chiarezza sui due concetti, veniamo ai test su intolleranze alimentari e allergie attualmente disponibili e che possono essere condotti sui bambini.

I test per rilevare le allergie alimentari prescritti dal medico o dall’allergologo più frequentemente usati sono:

  • Princk test: test cutanei preliminari
  • Rast test: indagine degli anticorpi (IgE) specifici contro gli allergeni sospettati
  • Patch test: test cutanei con utilizzo di cerotti.

Ecco i test sulle intolleranze alimentari che vengono svolti più di frequente, con indicati i componenti dell’organismo esaminati in risposta al contatto con alcuni cibi:

  • Kinesiologia applicata: esamina la forza muscolare, può essere svolto anche su piccoli al di sotto dei 18 mesi
  • Dria: forza muscolare
  • Elettroagopuntura – vega test: resistenza elettrica
  • Biorisonanza: onde elettromagnetiche
  • Test citotossico: morfologia leucociti
  • Alca test: diametro dei globuli bianchi

Oltre i test esaminati le intolleranze oggi possono essere esaminate direttamente a livello metabolico. Così è per l’indagine dell’enzima lattasi che permette di valutare la capacità di digerire il lattosio. Per l’enzima G6PDH che riguarda la metabolizzazione di fave e alcuni farmaci (favismo). Per l’attività dell’enzima aldolasi B che riguarda la corretta digestione del fruttosio.

Nei bambini è altamente consigliato il test genetico per verificare le intolleranze. Non è invasivo e consente di avere delle risposte certe e definitive sulla presenza o meno di intolleranze e carenze. Permette di intervenire in maniera precisa, con una dieta che prevenga più che curi i problemi di salute legati all’intolleranza.

Un altro ottimo approccio per affrontare le intolleranze nei più piccoli, è la dieta a esclusione, che si basa sul principio secondo il quale è necessario eliminare del tutto un alimento alla volta e valutare lo stato di salute dopo 15 giorni.

I test su intolleranze alimentari e allergie sono veramente tanti, il consiglio è di farsi seguire da un bravo medico che valuterà il test migliore a seconda del caso. Potete parlarne con il pediatra di famiglia, che sicuramente sarà in grado di fornirvi il nome di un esperto.

Written By
More from Enza Ansalone

Tingere i capelli in gravidanza: si o no?

Quando si scopre di essere incinta, numerosi dubbi possono assalire...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *